Informativa Cookies

Albania

CENTRO GIOVANILE “VENERINI”

 Dal 1995 siamo in Albania con una comunità a Gjader – Lezhe.

Fin dall’inizio abbiamo orientato la nostra azione sul piano educativo – pastorale rivolgendoci soprattutto ai bambini e ai giovani in quanto più fragili e bisognosi di un intervento educativo e di una guida.

Durante questi anni di presenza abbiamo cercato di costruire una Comunità cristiana attiva e impegnata. Coinvolgere gli adulti è stato molto difficile e i risultati sono stati piuttosto scarsi. Con i bambini, i ragazzi e i giovani si è subito instaurato un ottimo rapporto. Con i giovani, dopo i primi anni di formazione, abbiamo iniziato il cammino di crescita e di formazione dei bambini i quali spesso hanno la strada come unico luogo di incontro e “maestra di vita”.

Ambasciatori di Pace Ancora oggi la famiglia (tra l’altro divisa a causa dell’emigrazione) non riesce ad avere una valenza educativa nei confronti dei propri figli.

Con l’emigrazione si è frantumata quella cellula familiare che, fino a poco tempo fa, era il nucleo intoccabile della società albanese.

Sempre più spesso uomini, giovani, ragazzi partono lasciando il resto della famiglia nel proprio paese di origine, creando così una divisione interna, familiare che si protrae anche per anni.

Nella nostra zona ci sono bambini che da diversi anni non vedono il loro papà, i più fortunati lo sentono a volte al telefono, altri ancora non sanno che il loro papà ha un’altra famiglia al di là del mare o del confine e… chissà se tornerà!

Sono situazioni sempre più frequenti, unite a quelle in cui i figli sono lasciati ai nonni, mentre i genitori tentano la fortuna dall’altra parte…

Tutto ciò ha creato nei bambini e nei ragazzi una situazione di incertezza, di paura e si difendono chiudendosi in se stessi, divenendo adulti prima del tempo e cercando di imporsi con forza e violenza per difendere da soli i propri diritti.

In questa realtà, soprattutto nella zona rurale, la strada è il rifugio dei minorenni in attesa di oltrepassare il mare in tutti i modi, alla prima occasione.

I bambini, i ragazzi sono una fascia veramente a rischio di facile preda per coloro che fanno affari con i traffici disonesti, traffici di vite umane.

Per questo motivo sembra urgente continuare e migliorare l’accoglienza diurna per i minorenni che appena finita scuola trovano chi li accoglie, li sostiene, li guida, li educa.

Dal 1998 funziona il Centro Giovanile per offrire ai bambini e ai giovani un punto di riferimento per la loro crescita. Qui sono svolte diverse attività che favoriscono la formazione umana-cristiana-culturale del bambino dai 6 ai 14 anni  e a favore dei giovani.

Durante questi primi anni abbiamo potuto notare come i bambini stanno acquistando una maggiore capacità di

  • Stare insiemeAmbasciatori di Pace
  • Accoglienza reciproca
  • Apertura verso l’altro anche se diverso
  • Rapportarsi all’altro

Il lavoro educativo è ancora lungo e faticoso proprio perché siamo soli nel presentare determinati valori o ideali, per questo vogliamo continuare il Progetto di “Assistenza pomeridiana” ai bambini.

Queste le attività: DOPOSCUOLA dai 6 ai 12 anni – CORSI PROFESSIONALI VARI – CORSI DI MUSICA, DI DANZA, DI TEATRO – ATTIVITÀ LUDICHE E SPORTIVE

Nel 1997, quando l’Albania viveva i momenti difficili e drammatici del caos, della rivolta e della violenza, un gruppo di bambini della Zadrima, animati dai loro educatori,  presero un’iniziativa che mai pensavano che portasse a qualcosa di così grande: decisero di raccogliere lungo le strade tutti i bossoli sparati irresponsabilmente dagli adulti.

Ne raccolsero migliaia con la sola idea di PULIRE I VILLAGGI dai segni della violenza.

Solo in seguito è nata l’idea di realizzare, con i bossoli raccolti, una CAMPANA che suonasse note di Pace in tutto il mondo: ed oggi quella campane dopo aver fatto il giro di molte città italiane, di quasi tutte le città albanesi e del Kosovo si trova al Centro della Capitale per ricordare a tutti l’impegno della Pace.

Da questa iniziativa straordinaria e unica è nato il movimento “Ambasciatori di Pace”

Il Movimento è rivolto in modo particolare ai ragazzi che sono i suoi primi protagonisti,  in quanto è nato dal loro impegno continuo nel voler essere voce di pace, di giustizia.

I ragazzi proprio per la loro fantasia, per il loro entusiasmo e per il loro instancabile desiderio di pace sono i migliori MISSIONARI dei valori della pace.

Nel mese di giugno del 2014 è stato inaugurata la Casa Famiglia “Rozalba”. Accoglie ragazze dai 10 ai 18 anni che vivono nella precarietà, orfani, ragazze a rischio o che hanno subito violenze. Ha uno spazio anche per accogliere l’emergenza di ogni situazione drammatica.

La Casa ha accolto le sue prime bambine nel mese di gennaio del 2015.

Oggi sono in Albania 5 suore:

  • Sr Elsitta Chittettu: Responsabile della Comunità e della Casa Famiglia
  • Sr Arta Suli: Direttrice del Liceo Ginnasio a Lezhe
  • Sr Alma Zogu: Vice direttrice della Scuola
  • Sr Bibiana: Responsabile dell’Oratorio
  • Sr Emilia Jitaru: Collaboratrrice in Oratorio
  • Kristiana Marku: Postulante
  • Fatmira: Aspirante